Appendice XII - Voci di vettovaglie e sigilli di Sant'Anatolia

Tratto da: Archivio di Stato di Napoli - Regia Camera della Sommaria - Patrimonio - Voci di vettovaglie - Inventario [...] - I documenti sono stati fotografati il 03/07/2013 - I documenti del 1749-1752 e 1753 sono stati fotografati il 01/10/2013

Si tratta di attestazioni pervenute alla Camera della Sommaria a cura delle università e tramite i tesorieri sui prezzi correnti di alcuni generi.

La serie, però, comprende anche carte del sec. XIX, perchè al nucleo originario furono aggregati incartamenti sia del Ministero dell'Interno, competente all'epoca in materia di prezzi, sia della Sovrintendenza generale degli archivi.

Ogni anno il Ministero dell'Interno trasmetteva al Grande Archivio di Napoli le note degli intendenti sui prezzi correnti nelle province.

I documenti sono stati fotografati da Roberto Tupone, Francesco Tupone e Achille Federici in data 03.07.2013 e 01.10.2013 e in seguito le fotografie sono state ritoccate, ritagliate, ridimensionate e contrastate per renderle più leggibili.

Qui le fotografie di tutte le pagine del registro -> LINK

Roberto Tupone, 9 luglio 2013

=== TRASCRIZIONE DEI DOCUMENTI ===

In S. Anatolia lì 15 di Giugno 1717

In esecutione dello ordine dello signior Tesoriere della Aquila, da Massari e Regimento della terra di S. Anatoli, si fà vera e dubitata fede, etiam con iuramento, per come nelli mercati di Tagliacozzo et Avegnano si vendono li grani giuly trenta cinque e trenta sei la salma del grano, e giuly diciotto e venti la salma dello orzo, altri vetovalie non ci escono in detti mercati e per la verità si è fatta la presente fede, coroborata con il nostro e popolaresco Sigillo in fede.

+ Segnio di Croce de propria mano de Quitio Rubei Massaro
Io Vincenzio di Rosario Massaro
De Corzetti pro Cancelario

[1717 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 3.12.177]


Adi 9 Aprile 1720 S. Anatolia

Da Noi Massari e Regimento della Terra di S.Anatolia, per obbedire all'ordine del Regio Tesoriere della Città dell'Aquila, si fa vera et indubitata fede, da ratificarsi etiam mediante il nostro giuramento, sotto pena di falzo, per come in questa nostra terra si vende il Grano carlini quaranta cinque la salma, il vino grana quattro il boccale e delli altri vettovagli non sapemo il prezzo, per non essercene in questa nostra terra da vendere e però havemo dato ordine al sotto che facesse la presente firmata e con il segno di Croce di nostra mano e corroborata con il solito popular sigillo in fede

+ Segno di Croce di C. Antonio Luce massaro
+ Segno di Croce di Leonardo Luce massaro
G. Antonio Corsetti R.le d'ordine

[1720 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 4.14.8]


Adì 22 Aprile 1721 in S. Anatoglia

Da Noi Massari, e Regimento della Terra di S. Anatolia si fà piena, e vera fede, sub verbo veritatis, e per obbedire al Reggio ordine del Tesoriere della Provincia dell'Aquila, come questa nostra terra non fa mercato, ma come si sente per le terre convicine di questo stato, si vende il grano carlini trenta due, e trenta sette, l'orzo carlini venti la salma e l'altre vettovaglie in cotesta terra non ci sono, et carlini sei il barile del vino, e per essere questa la verità e habiamo fatta la presente firmata di nostra mano e corroborata col nostro pubblico, e popolare Sigillo in fede

Quitiu Rubeis massaro
Pietro Filippo Luce d'ordine pro

[1721 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 4.15.187]


Da Noi Massari e Regimento della Terra di S. Anatolia si fa vera et indubitata fede, da ratificarsi mediante il nostro giuramento, sotto pena di falzo, come in questa nostra terra si vende il Grano, come ne pubblici Mercati carlini sedici la salma, il Vino grana sei il boccale, l'oglio grana tredici la brocchetta, dell'altri vettovagli non si sa il prezzo non vendendosene ne comprarsene in questa nostra terra, però si è dato ordine al sotto che facesse la presente firmata con il segno di Croce di nostra mano per non sapere scrivere corroborata con il solito popular sigillo in fede 28 mag. 1727.

+ Segno di Croce di Giacomo di Gasparro Massaro
+ Segno di Croce di Francesco Lanciotti Massaro
G. Antonio Corsetti d'ordine

[1727 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 6.24.144]


Da Noi Massari e Regimento della Terra di S. Anatoglia si fa piena fede per la verità e a chi spetta e di Ratificarla mediante il suo giuramento sotto pena di falzo in qualsivoglia tribunale, q.us opas sit per qual, mentre in questa nostra terra si vende il grano, et altri vettovagli li seguenti prezzi e sono:

  • Il grano carlini dicidotto la salma __________ 1 = 80
  • Orzo la salma: carlini dodici _______________  1 = 20
  • Lente la salma carlini dicidotto ____________ 1 = 80
  • Il Vino il boccale grana sei  ________________  0 = 06
  • Oglio carlini cinque il boccale _____________  0 = 50

Per verità di ciò habbiamo fatto la presente sotto di nostra propria mano corrobora col nostro solito Sigillo, scritta dal nostro ordinario Cancelliere in fede.
S. Anatoglia li 29 gennaro 1728

Jo Domenico Antonio Spera massaro
Jo Stefano Luce massaro con firma come sopra
Bartolomeo Luce Cancelliere

[1728 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 6.26.162]


Regimento di Santa Anatoglia li 7 Giugno 1733

Per obbedire agli ordini Regimentali, da noi sottoscritti Massari si fa vera, real ed indubitata fede mediante il nostro giuramento e sotto pena del falzo per come il grano vale, nelli presenti mercati di Tagliacozzo ed Avezzano, à carlini trentotto, e quaranta, l'orzo à carlini dicidotto, le pane à carlini trenta due, e trenta quattro la salma, che per verità si è dato ordine al nostro ordinario Cancelliere che havessi scritta la presente signata, e respettivamente firmata di nostra mano, e monita col solito Sigillo di detta Università, in fede.

+ Segno di Croce per n.o di Gio: Battista di Costanzo Massaro
Jo Gioseppe Innocety masaro
Giuseppe Loreti Cancelliere pro

[1733 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 8.36.168]


S. Anatoglia [1749]

Massari e Regimento de detta Terra fa fede ossia fede per la verità con giuramento sotto pena de falzo da notificarla in qualsivoglia tribunale. Come che in questa nostra terra non si fa il mercato ma bensi stiamo allo stile di Avezzano e Tagliacozzo, che sono terre de mercato, che il grano si vende vendi otto carlini la salma, le orze carli vendi la salma, le pani carlini vendi due la salma, le lendicchie vendi sei carlini la salma e per verità si è dato ordine allo nostro ordinario cancelliero che scrivesse la presente e corroborata con il nostro solito sigillo in fede.

+ Segnio de crocie ne Nunzio de Felippo massaro eletto
Giovanni Spera Cancelliere di ordine

[1749 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 14.75.72]


In Santa Anatoglia 25 Maggio 1752

In esecutione delli Reggi ordini emanati, dà Pietro Spera e Paolo Luce presenti massari di Santa Anatoglia, si fa piena fide per la verità da notificarsi ubique mediante il loro giuramento, come hanno piena notizia delle terre convicine, cioè Avezzano e Tagliacozzo delli mercati che si fanno in dette terre, il Grano si vende ducati quattro e carlini due la salma, il Pane un carlino la decina, il Vino cinque grana il Bocale, l'oglio un tari la teglietta di libbre due, et onze quattro, e per la verità hanno fatto la presente forma che con Segno di Croce di proprie mani di essi massari, recano del nostro ordinario Cancelliere, e vallata con il nostro solito popolar sigillo in fede.

+ Segno di croce di Pietro Spera Massaro ill.
+ Segno di croce di Paolo Luce Massaro ill.
Tomaso Luce p. C[...]

[1752 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 14.75.48]


S. Anatoglia li 2 de Maggio 1753

In esecutione delli Reggia ordini mandati dalle illustrissimo signore tesoriero della città della Aquila, facemo fede e giuramento de come in questa nostra terra no si fa il mercato, ma stiamo alle stile de Avezzano e Tagliacozzo, che sono terre e convecino che se li fa il mercato, che lo grano si vende carlini trenta uno, trenta due la salma, le lente carlini trenta la salma, l'orzo carlini venti tue la salma. In fede.

+ Segnio di croce de Giovanni Langiotti Massaro
Giovanni Spera Cancelliere di ordine

[1753 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 14.75.80]


Massari, a Regimento della Terra di S. Anatoglia li 2 Giugno 1765

Dalli sottoscritti Massari della sudetta terra, per obbedire all'ordine del Signor Tesoriere dell'Aquila, si fa piena, e vera fede mediante il loro giuramento da ratificarla in qualsivoglia tribunale [...] la medesima verità [...] sotto pena di falso, come il pane si vende grana otto la dicina secondo l'ofrisa d'Avezzano, il grano si vende carlini trenta e trenta due, l'altri vettovagli come ognun sa li accorda, che per verità di ciò hanno fatta la presente e di loro ordine io sotto Cancelliere ho scritta la presente di mia propria mano e sottoscritta dall'odierni massari e corroborata col solito Sigillo in fede.

+ Segno di Croce di Gaetano Luce Massaro
Io Vincenzo Innocenzo Masaro
Giovanni Biagio Luce Cancelliere d'ordine [reale]

[1765 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 18.108.100]


Regimento della Terra di S. Anatoglia li 28 8bre 1772

Da Noi Massari, e Regimento della Terra sudetta si fà vera reale ed indubitata fede, da ratificarla ubique e mediante il nostro giuramento, sotto pena di falzo, come per obbedire alli vostri Regi Ordini, dichiaramo che in questa nostra terra non ci sono persone che vendino grano, ne altre sorte di vettovaglie, ma che si comprano dai nostri cittadini nei Pubblici Mercati di Tagliacozzo, e Avezzano, cioè il grano à carlini ventisei e trenta la salma, l'orzo à carlini dicidotto la salma, e gli altri legumi si vendono tutti à carlini venti, e ventidue la salma, che per la verità abiamo dato l'ordine al nostro ordinario Cancelliere che scrivesse la presente nottata col solito, e Popular Sugello di questa Università in fede

Io Giustino Scafati Massaro
Io Lorenzo Luce Masaro
Io Basilio Luce Cancelliere

[1772 - Archivio di Stato di Napoli - Posizione 22.121.25]