1484: Dichiarazione di Francesca Orsini contessa di Tagliacozzo e Albe

Il 30 agosto del 1484 Petrus Pasqualis de Otre de Aquila not. registra che: Donna Francesca Orsini, contessa di Tagliacozzo ed Albe, madre di Gentile Virginio Orsini, avendo costituito i suoi procuratori ed i massari i sindaci di Tagliacozzo, in luogo del sindaco assente Evangelista Mancini, venne premesso che sarebbe stato osservato quanto verrà stabilito sotto la penale di mille oncie d'oro. Garzia Bethes r. commissario, alla presenza dei suddetti procuratori esibì il decreto reale col quale Ferdinando re di Sicilia aveva concesso a Gentile Virginio Orsini la contea di Tagliacozzo e la baronia di Corbaro, colle rocche, fortilizi, terre, rendite e vassalli etc. dovendo, dopo ricevuta l'istanza fatta dal detto Gentile, avere la conferma di quanto sopra: il re aveva commesso al suddetto Garzia di Bethes di ricevere l'omaggio di fedeltà e di dare il possesso della contea e baronia sopraddetta, salvi sempre i diritti e le tasse del Regno. Il diploma fu rilasciato in data del 20 giugno 1484 in seguito di che i procuratori sopraddetti giurarono fedeltà al re Ferdinando e successori, e nell'atto si riportò la formula testuale del giuramento prestato. Furono compiute tre copie del presente atto, a seconda di quanto aveva ordinato il re. Atto fatto in Tagliacozzo. Pietro Pasquale "de Ocre de Aquila" notaio.