1793: Atto di morte di Giustino Scafati

Il 2 giugno del 1793 Giustino Scafati, figlio di Iacopo, morì durante il tragitto verso la Puglia. In quell'epoca il parroco del nostro paese era don Germano "Abbate" Amanzi. Giustino era nato a S.Anatolia attorno al 1733 e la sua morte testimonia che la transumanza verso la Puglia, fin'ora da noi mai del tutto provata, riguardava con molta probabilità anche il nostro paese. Ci sono altri tre documenti che certificano la morte di Giustino: in due di essi viene testimoniato che egli morì a Foggia, sempre in Puglia, mentre in uno viene testimoniato che egli fu sepolto nella Chiesa Parrocchiale di S. Anatolia. Il presente documento fu presentato all'ufficiale di Stato Civile per il matrimonio di Michelangelo Scafati e Angela Lanciotti e si trova attualmente presso l'Archivio di Stato dell'Aquila - Stato Civile di S.Anatolia - Processetti Matrimoniali - 1829 n.10

Certifico io qui sottoscritto Abbate Curato della Parrocchiale Chiesa di San Nicola in Sant'Anatoglia, che diligenziato il libro de morti di questo Comune non ho trovato nel libro il nome di Giustino Scafati Avo di Michelangelo Scafati, ma sò di certo, che egli era suo Avo, e che morì per la strada andando alla Puglia ed in epoca anteriore al registro dello Stato Civile. Per la verità ho fornito il presente certificato da servire per solo uso di Matrimonio, in fede D.o

Sant'Anatoglia undici luglio mille ottocento ventinove

Pietro Placidi

V.B.
Il d.o Eletto f.f.
per Sindaco sospeso
Francesco Luciani

Prodotto da Michelangelo Scafati sposo in Santa Natolia oggi li dodici luglio mille ottocento ventinove, il quale a detto di non saper scrivere per cui si è da noi firmato. L'Eletto Giuseppe Panei.

N.B.
Il Sindaco
Emilio Conti