1725 - Visita Camarda - Versione in latino

Visita pastorale del vescovo di Rieti Antonino Serafino Camarda nell'anno 1725 - Manoscritto parte in lingua latina e parte italiana - Tratto da: Archivio della diocesi di Rieti, visite pastorali, cartella n. 23 - DA TRASCRIVERE

01.jpgTRASCRIZIONE DOCUMENTO

S. Anatolia

F. ANTONINO SERAFINO CAMARDA DELL'ORDINE DE PREDICATORI ASSISTENTE AL SOGLIO PONTIFICIO, PER LA GRATIA DI DIO, E DELLA SANTA SEDE APOSTOLICA VESCOVO DI RIETI

Accioche nel prossimo nostro personale accesso possimo da Noi riceverli, e respettivamente darsi con maggior facilità, e prontezza le notizie, necessarie al bene, e servizio delle Anime alla nostra Cura Pastorale commesse, abbiamo stimato di prevenire con la presente formola di Relazione, che dovranno esibirci tutti li Parochi, e Rettori di Chiese subito, che faremo giusti con le risposte distinte à ciascun capo in margine di questo istesso foglio.

1 - Se la Chiesa sia Parochiale, con che Titolo e sotto quale invocazione, in che Vicariato Foraneo, in qual Dominio Temporale, e Governo di chi, Nome, Cognome, Patria, età, e requisiti di chi la possiede.

La chiesa parrocchiale sotto l'invocazione di S. Anatoglia nel Vicariato del Corvaro, dominio del signor contestabile Colonna governata da don Tommaso Luce di detta terra d'età d'anni quaranta sei.

2 - Se detta Chiesa abbia altri membri, ò pure Oratorij subordinati, e se sia consacrata, con esprimere il tempo della Consacrazione.

Ha la medesima tre membri di chiese cioè S. Nicolò dove per comodo si conserva il Santissimo Sacramento. è la medesima consacrata  sotto li 28 aprile non si sa il tempo della consacrazione.

3 - Se abbia bisogno di riparazione, à chi tocchi la spesa di mantenerla in fabrica, e Paramenti per consuetudine, ò per convensione, e quale sia la pratica.

Ha bisogno di molte cose, e la consuetudine fanno concorso le compagnie e l'Università secondo il bisogno.

4 - Se abbia Sepolture, e quali, Fonte Battesimale, Organo, Campanile con Campane, e quante.

In ambedue è il campanile: in Santa Anatoglia con due campane, sepolture sei, in San Nicolò campane tre e fonte battesimale e non organo.

5 - Se vi si mantenga il Santissimo Sacramento. Et spese di chi si proveda l'Olio per la Lampada, e chi ne abbia l'incombenza

Si mantiene il Santissimo Sacramento e lampada à spese della compagnia et il [parroco] nè ha la cura.

6 - Chi mantenghi la cera, e facci imbiancare le Suppelletili Sagre.

La medesima compagnia si mantiene li ceri e fa imbiancare le suppellettili sacre

7 - Se vi si predichi la Quaresima, e l'Avvento, e chi proveda il Predicatore, chi lo paghi et con quale Elemosina.

Si predica alle volte la quaresima e non l'avvento, e provvede ducati otto l'Università per elemosina

8 - Se detto Paroco, ò Rettore abbia le Bolle della tua provisione, da chi spedite, e l'esibisca attualmente.

Ha le bolle il parroco spedite da monsignor Guinigi e l'esibisce

9 - Se gode altri Beneficij Semplici, Cappellanie anche di Patronato laicale, ed esibisca li Documenti.

Gode il medesimo un beneficio semplice sotto l'invocazione di S. Lorenzo, e si esibisce la Bolla

10 - Se detta Chiesa sia di Collazione ordinaria, libera, ò pure di Nomina, à presentazione di Patroni Ecclesiastici, ò laici, e chi sono.

La medesima chiesa è di jure patronatis dell'eccellentissimo contestabile Colonna, e anche li beneficij di essa.

11 - Ch'entrata abbia detta Chiesa Parochiale, ò Benefizio, finalmente, in Decime, Terreni, Censi, Canoni, Diritti, ò altro, specificandola tutta anche con gl'incerti.

L'entrate di essa consistono in terre di cui ... a parte e non più altro... e di annuo frutto con (punto di difficile lettura)

12 - Se sia solito, & obligato il Paroco à tenere il Capellano, ò Coadiutore, à spese di chi si mantenga, e chi sia.

Non è solito, ne obligato il parroco a tenere il cappellano

13 - Quanti altari siano in detta Chiesa, specificando il loro Titolo, uno per uno, chi abbia l'obligo di mantenerli, con qual peso di messe, ò d'altra Opera pia, quali di detti si adempiano, da chi, e quali non si adempino, e per quale cagione.

Cinque altari si trovano in detta chiesa e sei in altra di S. Nicolò e tutti sono mantenuti da procuratori fuorchè S. Giovanni Battista dalli Spera.

14 - Quanto tempo è che detta Chiesa non è stata visitata, da chi fù visitata in ultimo luogo, quali decreti furono fatti, e se quelli siano stati eseguiti, e quali restano da eseguirsi

Fu la medesima visitata nel 1722 da monsignor Guinigi e li Decreti in parte sono adempiti.

15 - Per qual cagione non si sono eseguiti, rapresentando il modo, che vi farebbe per farli eseguire

L'adempimento di essi si lascia alla recognitione di R. illustrissimo

16 - Quanti Preti, e Chierici sono nella Parocchia, dandone distinti Nomi, ancorchè abitassero altrove, e se hanno servito la Chiesa, & incedino in abito, e Tonsura

Un chierico e sette sacerdoti si trovano in detta chiesa o uno de questi con il Chierico si trovano in Rieti e gl'altri vadono con abbito e tonsura

17 - Se alcune di detti Preti, ò Chierici anche Coniugati sono armigeri, scandalosi, viziosi, Giocatori, dissoluti, ò di mala fama, avvertendo di darci nota di tali cose secrete in un foglio a parte sigillato, che non uscirà di mano Nostra, che promettiamo tutta la secretezza

Tutti li suddetti sono di morigerati costumi, e (...)

18 - Quanti Beneficij semplici, ò Capellanie perpetue sono nel recinto di detta Parochia, specificando il nome, e l'entrata di chi li gode

Più benefici e Cappellanie sono in detta chiesa (...)

19 - Se in detta Parochia vi siano Meretrici, Donne scandalose, Concubinarij, Adulteri, Bestemmiatori, o altri malviventi

Non vi sono meretrici ne concubinarij ne altra gente sospetta.

20 - Se vi siano Maritati, che non abitino insieme, e per qual cagione

Una sola maritata in Poggio di Valle et oggi si è ritornata in sua casa senza il marito.

21 - Se vi sono Usuraij, Scommunicati, ò sospetti d'Eresia, ò Magia

Non vi sono usuraij ne scomunicati eresia o magia

22 - Come si osservino le feste, che abusi vi siano e qual modo di provedere opportunamente.

Con pochissima riverenza si osservano le feste

23 - Se le Ostetrici, ò Mammane siano state dal Paroco esaminate, se sanno la forma di conferire il Battesimo in caso di necessità, dando nota de nomi loro, e da quanto tempo esercitino.

Sono state le Mammane più volte esaminate dal parroco

24 - Se vi si trovino Persone dell'uno, e l'altro sesso, che non si siano communicate la Pasqua, e come si chiamino

Non sono persone che non si comunicano la Pasqua solo quelli di minore età

25 - Se in detta Chiesa si Predichi dal Curato nella Messa Parochiale, à che ora, se vi sia Concorso di Popolo, e che altre Messe vi si celebrino, se avanti, ò doppo.

Più volte s'eseguono li rituij in generale da detto curato, et alla messa viene concorso di popolo ogni volta che non si dice messa ... che non è solito dirsi.

26 - Se vi s'insegni la Dottrina Christiana, chi adempia questo peso, se sia frequentata, volendo ancora, che s'intimi, & insegni nel tempo della Visita, per potere meglio riconoscere il bisogno.

In ogni festa si fa la dottrina dal parroco et in ogni giorno la la quaresima con pochissima frequentazione

27 - Se entro i confini della Parochia vi siano Eremiti, in qual Chiesa, con quale spesa, & edificatione vivono, e come si nominano.

Non vi sono eremiti

28 - Quante Confraternite Laicali siano in detta Parochia, notitia della loro fondatione, l'istituto proprio, una per una specificando qual'opera pia sono tenute di fare, la loro entrata Annuale, specificata in un foglio à parte capo per capo, cioè di Grano, Vino, Censi, Canoni, Livelli, Cambij, Luoghi de Monti, ò altra rendita, che avessero, cosi ancora nello stesso foglio separata la nota dè Pesi, che dette Confraternite sostengono capo per capo.

Quattro confraternite laicali vi sono conforme se ne documenta dalli procuratori di esse de suoi frutti, et altre entrate

29 - Se a spese di dette Confraternite si fanno Conviti, Rinfreschi, Mangiamenti trà Confratelli, se per consuetudine, ò per obligo di fondatori, donatarij, ò Testatori, ò pure in che altro modo.

Non si fanno convitti ne rinfreschi

30 - Se vi sono legati Pij non riportati nè Libri di dette Confraternite, ò non pagati, e quali siano.

Li legati da soddisfarsi sono in data [odierna] uno solo ne resta [ineseguito] da Giovan Battista di Costanzo

31 - Come si amministrino l'Elemosine, che si raccolgono da dette Confraternite, sotto quali chiavi si custodischino, e se vi sia la sopraintendenza dà Parochi.

Da procuratori havemo notitia come si aministrino dette entrate delle confraternite

32 - Se gl'Offiziali di dette Confraternite hanno reso conto della loro Amministratione, e se vi sia alcun debitore della medesima per detto Titolo d'Amministratione, chi sia, e le possiede del suo.

Gli officiali hanno reso conto [conforme] si riconoscerà nella visita

33 - Se dette Confraternite abbiano Credito da esigere, dando nota dè debitori in foglio à parte

Molti sono li crediti da esigersi e si darà nota [conforme si desidera]

34 - Se dette Confraternite abbino Liti, per qual cosa, con chi, e se siano dette liti capaci di qualche transazzione, ò concordia, & in che stato si trovino

Le liti si darò conoscenza nella visita

35 - Se in detta Parochia vi è Mastro di Scuola, di quali costumi sia, e fe annia fatta la professione della Fede, e come si chiami

Il maestro di scuola si chiama don Pietro Luce et è di ottimi costumi

36 - Se vi siano Medici, e se questi avvisano gl'Infermi di Confessarsi doppo la seconda visita

Non vi sono medici

37 - Se si osservi l'Editto anche publicato d'Ordine di N.S per la riverenza dovuta ale Chiese e se vi siano persone irreverenti alle medesime, e chi

Poco si osserva l'editto e molte sono le persone irriverenti

38 - Se vi sia chi ritenga, ò legga Libri proibiti, e si nomino con specificare la quantità, e qualità de Libri

Non si sa chi tenga ò legga libri proibiti

39 - Se vi siano usurpatori dè Beni, ò ragioni delle Chiese ò luoghi Pij, e chi

Molti sono gli usurpatori de Benu ecclesiastici e si dirà [a parte] il nome di essi

40 - Se in detta Chiesa Parochiale si canti il Vespro le Feste, vi si reciti il Santissimo Rosario, ò si faccia l'Espositione del Santissimo, la buona morte, ò qualche altra Oratione, e con qual concorso, e decenza

Si canta il Vespero le feste il giorno ... si recita il Rosario ogni festa e 3 volte la settimana...

41 - Se detto Paroco osservi il Rituale Romano ò che maniera tenga per istruire i Fanciulli à ricevere la Santissima Eucaristia.

Si osserva il Rituale Romano dal Parroco nell'istruire i fanciulli

42 - Quali libri esso Paroco habbia di Teologia Morale, e quali di perfezione Cristiana, ò di altra spirituale letione

Più libri ritiene esso parroco di Perfettione Christiana conforme li mostrava in occasione

43 - Se in detta Chiesa vi sono Indulgenze Plenarie o perpetua, ò ad tempus, e se ne mostrino i Brevi

Vi sono indulgenze e si mostrano li soi Brevi

44 - Se in detta Parochia vi sia Monte di Pietà, ò frumentario, di qual fondatione siano, come si amministrino osservando ciò che si è ordinato di sopra al numero 28 nel dar nota dè loro Capitali, e spese per mantenimento dè Ministri, e delle fabriche

Vi è Monte di Pietà e frumentario, egli farà in un registro a parte lo stato di essa

45 - Se gl'Offiziali di detto Monte amministrino bene, se i passati hanno reso conto, e se vi sia chi resti debitore

Molti sono li debitori e si mostreranno l'obblighi

46 - Lo stesso si osservi quanto agl'Ospedali, dando nota del Capitale, Entrate, e spesa annuale come sopra

Non vi sono ospedali

47 - Se vi siano abusi da correggere in qualsivoglia materia, dandone nota distinta, e sigilata

Molti sono li abusi, e per la loro [...] sono corregibili

48 - Si vuole Copia della Tabella degl'oblighi delle Messe, distinguendo quali precisamente si adempiano, da chi, e quali non si adempiano, e perchè, con presentare anche i Libri della sodisfazione

Si mostrerà la tabella, e libri de sodisfatione

49 - Si vuole ancora descritti in un altro foglio a parte tutti i Capitoli, de Terreni, Censi, Fondi, Canoni, Livelli della detta Chiesa $ annessi, con la specificatione delle piante dè Poderi, ò Terreni con i loro Confini, & una nota nel mede[si]mo foglio di ciò che fosse usurpato da altri spe[t]tante da ragione alla detta Chiesa, ò Chiese

Si darà nota de [redditi] di detta chiesa distinto conforme si domanda

50 - Si vuole ancora un'Inventario distinto di tutti i Mobili, Paramenti, Argenti, Calici, Patene, Vasi Sacri, Candelieri, Tovaglie, Ornamenti, Quadri, ò di qualsivoglia altro Suppellettile della mede[si]ma Chiesa & annessi

Si darà l'inventario de mobili della chiesa

51 - Si dica con quale Pompa si porti il Santissimo Viatico agl'infermi, e se vi siano le suppellettili à questo effetto, di Pisside, Borsa, Veli, Campanello, Corporale, Purificatore, Cera, se intervenghino Fratelli di Compagnia con Sacchi, e se dal Paroco si publichino le Indulgenze concesse da Sommi Pontefici per questa Sacra associatione

Si porta il Santissimo con quella venerazione che si [...], e concorrono tutti li parrocchiani [...]

52 - Se si faccia la Conferenza de Casi dè Coscienza, se con frequenza, chi siano i Morosi, e qual Metodo si tenga

Si fa la conferenza de casi ogni mese nel Vicariato, e di questa terra non [...] solo il parroco

53 - Quanti confessori anche Regolari siano nella Parochia, la loro età, e fama, tanto di costumi, quanto di scienza

Non vi sono confessori nella parrocchia solo il parroco.

54 - Se gl'Oratorij privati sono d'impedimento per deviare il Popolo dall'intervenire alle Messe Parochiali

Non vi son o oratorij

55 - Si avvertano i Patroni laici, & Ecclesiastici de Beneficij, ò Capellanie à portare la giustificatione del loro Titolo, ò per Fondatione, Dotatione, ò per privilegio, altrimenti si dichiararanno di libera Collatione

Dovranno esibire le giustificazioni richieste.

56 - E perchè ne luoghi più comodi nella Diocesi si farà la Cresima si preparino, & istruischino perciò quelli, che dovranno ricevere detto Sacramento secondo la disposizione del Sinodo Diocesano al Titolo 13

Si è adempito  da 6 anni all'obbligo che si deve.

57 - Dove sono Monasterij, e Conventi sottoposti, quali si visitaranno secondo il solito, si dovranno esibire le Costituzioni, e libri Mastri, & alamente riferire se vi sia l'osservanza, che abusi particolarmente circa la Clausura, come si amministrino l'Entrate, e si adempiano gl'oblighi, regolandosi anche per questi come si è detto di sopra per gl'altri Luoghi pij al n. 28

Non vi sono monasteri

Si formi lo stato delle Anime di ciascuna Parochia, & Annessi, come siegue.

Nella Parochia di

Si darà lo Stato delle anime in sua forma

Famiglie num. ---      Sacerdoti Secolari n. ---
Chierici liberi n. ---      Chierici Coniugati n. ---
Regolari dell'Ordine di --- , cioè Sacerdoti n. --
Chierici n. -- laici, ò Converso n. ---
Monache dell'Ordine di ---, Corali n. ---
Converse n. --- , Educande n.  --- frà tutte n.
Terziarie, ò Bizzocche dell'Ordine di  ---
Professe n. --- , non Professe n. --- frà tutte n. ---
Eremiti dell'Ordine                                    n. ---
Maschi al Secolo da Comunione                             n. ---
Femmine al Secolo da Communione                         n. ---
Fanciulli, che non si communicano                         n. ---
Fanciulle, che non si communicano                         n. ---
Anime in tutto    Num. ---

Io Tommaso Abb[at]e Luce, levatu mano propria  Curato così riferisco anche col mio Giuramento tacto pectore mano propria

Se la Carta non bastasse per dette risposte, si aggijngeranno altri fogli con unirli assieme con quelli degl'Inventarij richiesti di sopra, e si faccino le chiamate per numero secondo l'ordine sudetto, publicandosi à tale effetto subito la presente con avvertire ogn'uno di eseguire pontualmente quanto vi si contiene, e di ritrovarsi in persona al Nostro imminente accesso per non incorrere nelle pene contenute nell'Editto Generale. Dat. nel Palazzo Vescovale di Rieti.

FRA' ANTONINO VESCOVO DI RIETI, e DELEGATO APOSTOLICO