1467: Ferdinando, re di Sicilia, approva la rinuncia dei fratelli Pagani di alcune terre nella contea di Tagliacozzo e Albe

Il 25 febbraio del 1467 Honoratus de Aragonia Gaytanus logoth. e prothonot. registra il Diploma di Ferdinando, re di Sicilia, col quale approva la rinuncia e la donazione fatta da Francesco Pagani "legum doctor" anche a nome di Battista suo fratello a favore di Napoleone e Roberto Orsini, conti di Tagliacozzo "Neapoleonis de Ursinis dicti cavalero Talicotii Albeque comitum" per la cessione dei castelli di Corbaro, Curcumello, Poggio Filippo, Pagliara, Fiume e rispettive terre, diritti e beni etc. ad essi spettanti, salvi i diritti dei terzi, e quelli che spettavano alla Regia Curia "quascumque actiones et iura super castris Corbarii, Curcumelli, Podii Philippi, Pagliare et Fluminis, ac fructibus et redditibus abbatie Victorie, et nonnullis aliis bonis stabilibus burgensaticis et feudalibus ac nobilibus localibus rebus et bonis aliis ad dictum Franciscum et Baptistam eorumque haeredibus et successoribus spectantibus et pertinentibus quovis modo, et quae spectare possent etc. Datum in Castello nostro novo Neapolis etc.".