I ragazzi dello Sci Club S. Anatolia

Scritto da Antonio Panei

Negli anni trenta S. Anatolia poteva vantare uno degli Sci Club più blasonati del reatino. La sede non ufficiale del pioneristico sodalizio era il villino Placidi.

Per gli allenamenti gli sciatori santanatoliesi si radunavano, invece, in un rifugio di legno nei pressi del lago della Duchessa. Il fiore all'occhiello della squadra era Gigi Panei, ma anche altri erano forti (in particolare Alessandro Falcioni e Mario Luce) e potevano forse ambire anche loro ad una carriera scialpinistica se non ci fosse stata la guerra di mezzo.

La compagine iniziale era formata da Mario Placidi (che ne fu l'ideatore e fondatore),  Gigi Panei (che poi venne ingaggiato dallo Sci Club Rieti), Alessandro Falcioni, Filippo Falcioni, Angelo Passalacqua, Eusebio Di Carlo, Francesco Panei (il fratello maggiore di Gigi) e il loro cugino Fernando Panei.

Quando verso la metà degli anni trenta la maggior parte di questi partì per il servizio militare (all'epoca la chiamata alle armi avveniva al ventunesimo anno d'età), furono rimpiazzati dai loro paesani più piccoli, quelli prevalentemente della classe 1918: Antonio Luce, Gaetano Panei (il fratello minore di Gigi), Mario Luce e i giovanissimi Toto Panei, classe 1922 (cugino di Gigi) e Orlando Luce, classe 1925 (fratello di Antonio Luce).

Lo Sci Club organizzò, dal 1933 in poi, anche la "Coppa della Duchessa", una gara di fondo regolarmente calendarizzata dalla FISI, la Federazione Italiana Sport Invernali.

Sul quotidiano "Il Littoriale" (così venne ribattezzato "Il Corriere dello Sport" durante la dittatura) furono pubblicate diverse cronache delle competizioni a cui partecipò circa novant'anni fa lo Sci Club del nostro paese.

In uno di questi articoli è contenuta una notizia forse sconosciuta in paese: Mario Luce, nel 1939, divenne campione provinciale juniores di discesa libera nel corso dei campionati per giovani fascisti (in quegli anni se si voleva gareggiare bisognava accettare di essere etichettati così, anche se non lo si era con la testa e con il cuore).

In quella stessa gara lo Sci Club riuscì a piazzare al secondo posto Gaetano Panei, al quarto Eusebio Di Carlo e al quinto un fantomatico Lando Senzameno, cognome inesistente a S. Anatolia, ma probabilmente si tratta di un errore del cronista e quel Lando Senzameno non era altro che Orlando Luce.

Mario Luce salì sul podio (secondo) pure nella 12 chilometri di fondo e nella discesa obbligata (terzo).

Insomma gli atleti dello Sci club santanatoliese erano fortissimi e furono chiamati a partecipare persino a diverse gare sulle Alpi e ad Asiago.

Peccato che, per ragioni storiche e sociali, la tradizione scialpinistica di quel decennio si perse del tutto nel dopoguerra, anche se continuò a brillare di riflesso a Courmayeur attraverso le gesta di Gigi Panei che intanto era entrato nella nazionale capitanata da Zeno Colò, per poi diventare, com'è noto, allenatore degli azzurri per i mondiali dei primi anni sessanta, maestro di sci e compagno di cordata di Bonatti.

Ai suoi allievi Gigi diceva sempre si aver iniziato a gareggiare grazie ad un piccolo ma forte Sci Club, lo Sci Club S. Anatolia!


Fonti:

  1. Mario Luce campione provinciale juniores di discesa libera, secondo Gaetano Panei (mio padre), quarto Eusebio Di Carlo, quinto Lando Senzameno (alias Rolando Luce?). Mario Luce sul podio (secondo) anche nella gara di fondo e (terzo) nella gara di discesa obbligata (slalom). Da Il Littoriale 19 gennaio 1939 pag. 5: http://dlib.coninet.it/bookreader.php?&c=1&f=3641&p=5#page/4/mode/2up
  2. Partecipazione gara ad Asiago dello Sci club S.Anatolia. Da Il Littoriale 16 marzo 1935 pag.3: http://dlib.coninet.it/bookreader.php?&c=1&f=2276&p=3#page/2/mode/2up
  3. Gara di fondo a Forca d'Acero Primo Luigi (Gigi) Panei (Sci Club Rieti) e per lo Sci Club S.Anatolia: Terzo Alessandro Falcioni, Quinto Angelo Passalacqua, Settimo Francesco Panei, non classificato per rottura di uno sci Mario Placidi. Da Il Littoriale 27 febbraio 1934 pag. 2:  http://dlib.coninet.it/bookreader.php?&c=1&f=1938&p=2#page/2/mode/2up
  4. Gara di mezzofondo a Rocca di Cambio  Quindicesimo Alessandro Falcioni, Diciannovesimo Fernando Panei. Da Il Littoriale 15 marzo 1934 pag. 2: http://dlib.coninet.it/bookreader.php?&c=1&f=1952&p=2#page/2/mode/2up
  5. Gara di mezzofondo al Terminillo Secondo Luigi Panei, Sesto Alessandro Falcioni. Da Il Littoriale 28 gennaio 1935 pag. 6: http://dlib.coninet.it/bookreader.php?&c=1&f=2235&p=6#page/6/mode/2up
  6. II Coppa della Duchessa, lo Sci Club S. Anatolia organizzava anche una Coppa della Duchessa regolarmente pubblicizzata e calendarizzata come gara di fondo ufficiale della Federazione Italiana di Sci (FISI) 15 aprile 1934. Da Il Littoriale 14 dicembre 1933 pag.2: http://dlib.coninet.it/bookreader.php?&c=1&f=1442&p=2#page/2/mode/2up
  7. Trofeo Stoppani al Terminillo nel 1935 partecipano: Luigi Panei per sci club Rieti (per errore del cronista chiamato Manei) e per lo sci Club S.Anatolia: Falcioni Alessandro (chiamato per errore Falcione), Angelo Passalacqua, Di Carlo Eusebio e Falcioni Filippo. Da Il Littoriale del 12 gennaio 1935 pag. 6: http://dlib.coninet.it/bookreader.php?&c=1&f=2222&p=6#page/6/mode/2up

Immagini articoli

Sci-club-S.Anatolia-Gara-ad-Asiago.jpg Sci-Club-S.Anatolia-FISI-Coppa-Duchessa.jpg Sci-Club-S.Anatolia-gara-a-Rocca-di-Cambio.jpg Sci-Club-S.Anatolia-Gara-Forca-d-Acero.jpg Sci-Club-S.Anatolia-Gare-FISI-Coppa-Duchessa.jpg Sci-Club-S.Anatolia-Mario-Luce-campione-juniores.jpg Sci-Club-S.Anatolia-Terminillo-Campionati-XI-Zona-1.jpg Sci-Club-S.Anatolia-Terminillo-Campionati-XI-Zona-2.jpg