La Coppa

La Coppa di Sant'Anatolia, capiente circa 25 litri, serviva soprattutto per misurare il grano. Quella quantità di semi era necessaria per seminare un certo numero di metri quadrati di terra. Quindi con il nome Coppa si definì anche un'antica unità di misura per la terra ancora in uso tra i più anziani di Sant'Anatolia. A seconda del tipo di terreno (montagna o pianura, nord o sud) i metri quadrati da seminare variavano. Quindi con una "coppa" di grano si seminava una "coppa" di terra. A Sant'Anatolia una coppa di terra equivaleva a circa 500 mq. ma in altri luoghi la misura era diversa. La "coppetta" era più piccola, circa la metà della grande, e definiva sia la metà del grano, che la metà della terra (una coppetta di terra). Il coppino era più piccolo, circa un decimo della coppa, più o meno 250 grammi di grano, e dal coppino deriva il significato dello schiaffo. Infatti, in alcuni dialetti d'Abruzzo, lo schiaffo veniva chiamato "coppino". Al coppino corrispondeva più o meno una manciata di grano, una manata. Probabilmente anche i termini scoppoletta, coppola e scappellotto, hanno la stessa radice. La coppa nella fotografie è di proprietà di Pietro Panei. La fotografia è stata fatta da Roberto Tupone il 12/09/2015