Metro News

A Borgorose ha pianto altre due volte la statua di Sant'Anatolia

Avrebbe piano altre due volte la statua di Sant’Anatolia nell’omonimo santuario di Borgorose, in provincia di Rieti. Dopo il 15 aprile, quando durante un matrimonio, molti invitati hanno riferito di aver notato una lacrima scendere giù dall’occhio della statua, l’episodio si sarebbe verificato ancora il primo maggio  alle 17:30 e infine il 3 maggio, questa volta pare davanti ad un alto prelato di Rieti, che ne sarebbe rimasto scioccato.  E in attesa che la Curia di Rieti si pronunci sull’evento, nel piccolo centro  non si parla d’altro. E sono in molti a dirsi preoccupati. «Se la santa piange, non è certo un bel segno. Chissà cosa vuole dirci», sospirano alcune signore  che ormai stazionano davanti al santuario. All’inizio si era ipotizzato che potessero esserci delle infiltrazioni di acqua nella statua, ma quest’ipotesi è stata subito scartata, perché la chiesa è stata restaurata nel 2005. E il mistero si infittisce.

Il mistero degli occhi aperti

Secondo la dottoressa Erminia D’Ignazio, studiosa e custode del Santuario, «quello che è ancora più incredibile è che dalle foto scattate alla statua negli ultimi giorni, si vede con chiarezza che gli occhi sono aperti e sembra siano veri. Mentre nelle foto precedenti al 15 aprile, risultano più chiusi e di gesso». In molti nel paese sono andati a ricercare vecchie foto di cerimonie per capire come sia stato possibile questo cambiamento.   E intanto il flusso dei pellegrini continua ad aumentare.

Di Valeria Bobbi

Tratto da: http://www.metronews.it - del 07/05/2012